Come funziona e come chiedere la moratoria mutui

Come funziona e come chiedere la moratoria mutui

Forse non tutti sanno che qualche anno fa è stata introdotta la possibilità di sospendere il pagamento delle rate del mutuo per le persone che vengono a trovarsi in una situazione di difficoltà che non gli permettono di far fronte all’impegno mensile (perché, ad esempio, hanno perso l’impiego, gli è stato ridotto l’orario di lavoro o ha subito problemi di salute); stiamo parlando della moratoria mutui: vediamo come funziona e come si può chiedere.

Cos’è e come funziona la moratoria mutui

La moratoria mutui è una delle misura inserite nel cosiddetto Piano Famiglie, ovvero quegli strumenti mirati ad aiutare le famiglie in difficoltà; in origine erano previsti due tipi di sospensione:

  • sospensione del pagamento della quota capitale per dodici mesi (in pratica durante questo periodo si pagano rate più leggere composte dalla sola quota interessi), può essere richiesta solo per finanziamenti di durata superiore ai due anni e per i mutui ipotecari relativi all’acquisto della prima casa (esclusi dal fondo di solidarietà per l’acquisto della prima casa);
  • sospensione dell’intera rata, con conseguente allungamento del piano di ammortamento, fino ad un massimo di due volte e per un periodo complessivo non superiore ai diciotto mesi

La moratoria mutui con sospensione dell’intera rata può essere solo se nei tre anni precedenti si è verificata una delle seguenti condizioni:

  • c’è stata l’interruzione del contratto di lavoro,
  • c’è stata la sospensione dal posto di lavoro oppure una riduzione dell’orario di lavoro per un periodo non inferiore ai 30 giorni;
  • si è verificato il decesso del titolare del mutuo oppure è sopraggiunta una condizione di mancata autosufficienza.

In più per poter beneficiare della moratoria mutui la famiglia non può avere un reddito ISEE superiore ai 30.000 euro, il finanziamento non deve essere superiore ai 250.000 euro e deve riguardare l’acquisto di un immobile (non di lusso) adibito a prima casa e non sono stati accumulati ritardi superiori ai 90 giorni nel pagamento delle rate. La sospensione concessa con la moratoria non comporta il pagamento di ulteriori commissioni, ma il piano di rimborso viene allungato di un numero d mesi pari alla durata della sospensione.

Come richiedere la sospensione

Prima di richiedere la moratoria mutui bisogna accertarsi che la banca abbia aderito al Piano di solidarietà; dopo questa verifica (che probabilmente avrà esito positivo, visto che la maggior parte degli istituti ha aderito al Piano) sarà possibile compilare il modulo di richiesta allegando la documentazione necessaria a dimostrare l’evento che ha causato il momento di difficoltà (a seconda dei casi saranno necessari documenti come la lettera di licenziamento, la certificazione dell’ASL, il certificato di morte…) e un’autocertificazione con cui si dichiara di essere titolari del mutuo, di possedere i requisiti necessari per beneficiare della sospensione, di aver o non beneficiato di altre misure di sospensione, di non aver goduto di agevolazioni pubbliche e di non essere coperto da assicurazioni che coprano gli eventi garantiti dalla moratoria.

Lascia un commento