Mutui Webank

Webank è la banca online del gruppo Banco BPM, un istituto di credito specializzato nei servizi di internet banking, per offrire ai clienti un rapporto diretto gestibile telematicamente. In particolare Webank propone mutui ipotecari per l’acquisto della prima e della seconda casa, comprese soluzioni per le surroghe e la rinegoziazione del mutuo, con un’ampia scelta di soluzioni a tasso fisso, variabile, BCE oppure opzionale, per passare da un tasso d’interesse all’altro a seconda della convenienza. Ecco tutti dettagli sui mutui ipotecari di Webank.

Come funziona Mutuo Webank

L’istituto di credito mette a disposizione dei suoi clienti Mutuo Webank, un finanziamento a medio e lungo termine per l’acquisto della prima o della seconda casa, con possibilità di richiedere anche la surroga e le rinegoziazione del vecchio mutuo ipotecario. Mutuo Webank può essere richiesto direttamente online, utilizzando la procedura telematica attraverso i servizi di internet banking del gruppo, una soluzione rapida ed efficiente per realizzare l’operazione dal proprio pc, senza recarsi in filiale.

In particolare Webank propone mutui a tasso fisso, variabile, con opzione per cambiare tasso d’interesse in base alle proprie esigenze e all’andamento del mercato, oppure un mutuo indicizzato sul tasso BCE. L’istituto offre la polizza assicurativa obbligatoria per legge gratis, a copertura di incendi e scoppi nell’immobile, costo completamente a carico della banca, mentre è possibile attivare una delle assicurazioni opzionali convenzionate con Webank, tra cui ad esempio la polizza Multirischi o la copertura Vita.

Con i mutui Webank è possibile richiedere un importo compreso da un minimo di 50.000€ fino a un massimo di 1 milione di euro, finanziando l’80% del valore dell’immobile, con una durata da 10 a 30 anni. La periodicità delle rate è mensile, con addebito automatico sul proprio conto corrente bancario. Per quanto riguarda i costi sono estremamente contenuti, infatti Webank fornisce la perizia tecnica sull’abitazione gratuitamente, facendosene carico attraverso un incarico dell’istituto di credito, inoltre non sono previste commissioni per l’istruttoria della pratica, l’incasso delle rate, l’invio delle comunicazioni periodiche e l’estinzione anticipata.

Gli unici costo sono quelli relativi all’imposta di bollo, pari allo 0,25% dell’importo finanziato per l’acquisto della prima casa e al 2% per le seconde abitazioni, come indicato dalle normative di legge. Come accennato anche la copertura assicurativa incendio e scoppio è a carico della banca, dunque rimangono soltanto i tassi d’interesse, applicati a seconda del tipo di mutuo scelto, dell’importo richiesto e della durata del finanziamento, sul quale ricordiamo viene accesa un’ipoteca pari al 150% del valore della casa.

Scheda riassuntiva Mutuo Webank

  • Importo da 50.000€ a 1 milione di euro
  • Durata da 10 a 30 anni
  • Nessun costo di istruttoria, incasso rate ed estinzione anticipata
  • Copertura assicurativa obbligatoria a carico della banca
  • Finanziamento fino all’80% del valore dell’immobile
  • Tasso fisso, variabile, BCE o con opzione

Mutui Webank a tasso fisso: caratteristiche principali

Una delle prime opzioni disponibili è il Mutuo Webank a tasso fisso, una scelta prudente che permette di evitare i rischi di volatilità dei mercati, per contare su un tasso d’interesse che non cambia durante il rimborso. In questo caso l’istituto propone un tasso d’accordo con il valore IRS, Interest Rate Swap, un indice europeo medio annuo di riferimento utilizzato dalla maggiore delle banche, calclato in base ai rendimenti di questi prodotti finanziari su un arco di tempo degli ultimi 15 anni.

Oltre a questo valore, che viene rinegoziato a intervalli regolari sebbene con variazioni spesso minime, viene applicato uno spread. Quest’ultimo nello specifico varia a seconda della durata, della percentuale del finanziamento e dell’importo del mutuo, da un minimo dello 0,70% fino a un massimo dell’1%, mentre per importi inferiori a 100.000€ lo spread utilizzato è pari allo 0,1%. Il TAN in questo momento può andare dall’1,33% al 2,13%, mentre il valore IRS dallo 0,53% per i mutui a 10 anni fino all’1,13% per quelli a 30 anni.

In alternativa Webank propone anche un mutuo a tasso fisso con opzione, una soluzione che per i primi 5 anni offre il tasso d’interesse fisso, dopodiché è possibile scegliere se continuare o passare al tasso variabile, attivando appunto l’opzione. Il cambio prevede ovviamente la rinegoziazione delle condizioni del mutuo, in base al nuovo tasso scelto, operazione gratuita ma che può comportare una modifica all’importo finale della rata mensile, aumentandone o diminuendone il valore.

In questo caso Mutuo Webank a tasso fisso con opzione prevede un tasso d’interesse calcolato sull’IRS a 5 anni, oltre a uno spread fino all’1,4% rapportato alla durata e all’importo complessivo del finanziamento. Il passaggio al tasso variabile viene eseguito considerando l’Euribor (Euro Interbank Offered Rate) a 3 mesi con base 360. Per fare un rapido confronto, al momento l’IRS a 5 anni si trova intorno allo 0,50%, mentre l’Euribor a -0,3%, nonostante quest’ultimo sia un indice decisamente più volatile e soggetto alle variazioni dettate dai mercati.

Mutui Webank a tasso variabile: come funzionano

Una valida soluzione per cercare condizioni contrattuali e finanziarie più vantaggiose, approfittando del momento favorevole dei mercati, è rappresentata dal Mutuo Webank a tasso variabile, uno strumento soggetto alla fluttuazione dell’indice di riferimento. Al contrario di quanto avviene con i mutui a tasso fisso, in questo caso l’importo della rata mensile cambia a seconda dell’indice Euribor 3 mesi base 360, al quale viene applicato uno spread pari all’1,389%. Le altre condizioni e i costi sono i medesimi dei mutui a tasso fisso, mentre con il variabile il tasso di riferimento attuale prevede un TAN dallo 0,939% fino all’1,289% per i mutui a 30 anni.

Ovviamente anche Mutuo Webank a tasso variabile è disponibile con la variante con opzione, con un tasso composto dall’Euribor 3 mesi base 360 più uno spread pari all’1,539%, tuttavia è possibile cambiare e passare al tasso fisso calcolato sull’IRS, un’operazione che consente di contenere il rischio legato a un aumento eccessivo dell’indice del tasso variabile, quindi della rata mensile. In caso di attivazione dell’opzione verrà applicato l’IRS più prossimo alla data di scadenza del tasso variabile, rilevato il giorno 20 del mese precedente la richiesta del servizio.

Mutuo Webank tasso BCE: cos’è e come funziona

Un’ultima opzione per l’acquisto della pria o della seconda casa è il Mutuo Webank variabile BCE, il cui funzionamento è simile a quello dei mutui a tasso d’interesse variabile, ma l’indice di riferimento non è più l’Euribor e mesi base 360, bensì il parametro sul tasso variabile indicato dalla BCE, la Banca Centrale Europea, più uno spread pari al 2,5%. Si tratta in particolare del tasso di rifinanziamento principale della BCE, aggiornato a seconda delle politiche monetarie della banca centrale, i cui valori rilevati negli ultimi anni sono stati dello 0,050% nel 2014 e dello 0,00% nel 2016.

In poche parole il tasso BCE è l’interesse pagato dalle banche per depositare i propri soldi presso la Banca Centrale Europea, oppure per finanziarsi ottenendo liquidità per i propri investimenti. È in genere un tasso d’interesse piuttosto stabile, in quanto da esso dipendono gli equilibri interni del sistema bancario europeo. Il Mutuo Webank a tasso BCE è quindi una soluzione interessante, anche se parte del risparmio ottenuto viene consumata dallo spread, più elevato rispetto alle opzioni precedenti a tasso fisso e variabile, con un TAN nominale che anche quando il tasso BCE è 0 è pari al 2,5%.

Mutui Webank surroga: quali sono e di cosa si tratta

Webank mette a disposizione di tutti i cittadini la possibilità di richiedere la surroga del mutuo, ovvero di spostare il proprio vecchio mutuo presso la banca, rinegoziando gli aspetti contrattuali per ottenere condizioni più favorevoli. L’opzione surroga di Webank è disponibile a tasso fisso, variabile, tasso fisso con opzione e tasso d’interesse variabile con opzione, tra cui è possibile scegliere la soluzione più adatta alle proprie esigenze.

L’operazione è completamente a carico della banca, perciò non vengono addebitati costi aggiuntivi per spostare il mutuo, cancellare il precedente finanziamento ed espletare tutta la procedura burocratica prevista dalle normative di legge. Per quanto riguarda i costi è previsto un tasso IRS più uno spread del 2,230%, un tasso fisso con opzione con uno spread dell’1,4%, un tasso variabile Euribor più uno spread dell’1,389%, oppure un tasso variabile con opzione Euribor più spread dell’1,539%.

Mutuo Webank: requisiti necessari

Per ottenere un mutuo con Webank è necessario rispettare alcuni requisiti, infatti bisogna essere maggiorenni, risiedere in Italia e avere un reddito certificato e compatibile con la richiesta di finanziamento. Per quanto riguarda i documenti è necessario fornire una copia di un documento d’identità valido, del codice fiscale e un certificato di reddito, come la busta paga, il cedolino della pensione o  la dichiarazione dei redditi.

Inoltre è indispensabile presentare anche il certificato di matrimonio, l’attestato di residenza o lo stato di famiglia, l’ultimo estratto conto, l’atto di provenienza dell’immobile, la visura catastale e il certificato preliminare di compravendita, oppure il compromesso debitamente registrato. Eventualmente potrebbero essere richiesti ulteriori documenti, una scelta a discrezione della banca, per verificare qualsiasi situazione ritenuta importante ai fini della valutazione del mutuo.

Come richiedere un mutuo Webank

Chi fosse interessato alle proposte della banca, può richiedere un mutuo Webank online, seguendo la procedura guidata sul sito web ufficiale dell’istituto di credito. Basta soltanto calcolare la rata sul portale, utilizzando il sistema di simulazione digitale e avviare un colloquio con un consulente del gruppo, per scegliere insieme la soluzione più adatta alle proprie esigenze e inoltrare la domanda per il mutuo online.

In breve tempo si verrà contattati da un operatore della banca, che in caso di esito positivo vi aiuterà a fornire tutte le informazioni e i documenti necessari, per realizzare la perizia tecnica sull’immobile e finalizzare la richiesta di mutuo. Dopodiché basterà prendere un appuntamento dal notaio, per firmare tutti gli atti e concludere l’operazione in maniera semplice e veloce.

Come calcolare la rata online Mutuo Webank

Sul sito web di Webank è possibile calcolare online la rata del mutuo, basta entrare nel portale, selezionare la voce Prodotti dal menù principale in alto, scegliere l’opzione Mutui e scorrere la pagina fino a individuare il simulatore digitale. A questo punto bisogna soltanto inserire il valore dell’immobile, l’importo da finanziare e la durata del mutuo, cliccando sul pulsante Calcola rata per visualizzare la proposte disponibili a seconda dei criteri indicati.

Ad esempio, richiedendo un mutuo di 200.000€ per acquistare un immobile del valore di 250.000€, con una durata di rimborso di 30 anni, Webank offre un mutuo a tasso fisso con una rata mensile di 752,31€, con un TAN del 2,130% e un TAEG del 2,169%, oppure un mutuo a tasso variabile con una rata di 670,17€ al mese, con un TAN dell’1,289% e un TAEG dell’1,314%. In alternativa è presente anche la variante a tasso variabile con opzione, con una rata mensile di 684,40€, un TAN dell’1,439% e un TAEG dell’1,466%.

Come rinegoziare il mutuo Webank

Come previsto dalle normative di legge, anche Webank offre la possibilità ai propri clienti di rinegoziare il mutuo, per cercare assieme una soluzione più conveniente e ottenere condizioni più favorevoli. Per farlo basta contattare il servizio di assistenza della banca, al numero 800 060 070, inviare un’email tramite il servizio di posta elettronica automatico, oppure in ultima istanza inviando una raccomandata con ricevuta di ritorno, all’indirizzo Gestione Reclami via Polenghi Lombardo 13 26900 Lodi.

Mutuo Webank: opinioni e recensioni

Le opinioni sui mutui Webank sono per lo più positive da parte degli utenti, infatti la banca propone un’ampia gamma di soluzioni tra cui scegliere, condizioni contrattuali piuttosto convenienti e una procedura abbastanza snella e veloce, che permette di richiedere un mutuo direttamente online. In particolare convince il servizio di assistenza e supporto, i tassi d’interesse applicati dall’istituto di credito e le varianti dei mutui con opzione, che permettono di passare dal tasso fisso a quello variabile per evitare di pagare una rata eccessivamente elevata.

Contatti e numeri utili Webank

Chi volesse approfondire i dettagli e le condizioni contrattuali dei mutui Webank, può consultare e scaricare gratuitamente i fogli informativi sul sito web ufficiale dell’istituto di credito, disponibili a questa pagina. Per ricevere maggiori informazioni è possibile contattare il servizio clienti, tramite il numero verde 800 148 149 attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 17, mentre in alternativa si può richiedere supporto online, attivando l’opzione di chat online per parlare dal vivo con un operatore del gruppo.

I clienti Webank, invece, possono trovare assistenza per i mutui e gli altri prodotti chiamando il numero riservato 800 060 070, operativo dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle 22 e il sabato dalle 9 alle 17. Altrimenti è possibile fare domanda di assistenza dall’area riservata, entrando con le proprie credenziali di accesso all’interno della versione desktop, oppure dall’app per i dispositivi mobili, disponibile gratis su Google Play Store e iTunes App Store, compatibile con smartphone e tablet Android o iPhone, iPad e iPod Touch iOS Apple.